lunedì 29 marzo 2010

La Torta Foresta Nera

Ciao a tutti..questa tortina non è una grande novità, nè in rete nè tra i nostri soliti commensali. La prima volta che l'abbiamo preparata risale alla fine di ottobre quando io e Mary (in trasferta) l'abbiamo presentata per il compleanno della mia Nonnina! Quando parlo di trasferta intendo dire che siamo andate a casa mia per qualche giorno e qui ci siamo dovute confrontare con la regina della casa: Mia Madre!! Naturalmente essendo noi alle prime (vabbè concedeteci almeno seconde...) armi e lei super esperta gli scontri e le divergenze di opinioni hanno accompagnato la preparazione del dolce, però l'importante è che sia venuto bene. No?!?! L'idea iniziale era di seguire perfettamente la ricetta di Luca Montersino presentata a Peccati di Gola...poi però viste le diverse opinioni di cui vi dicevo abbiamo cambiato qualcosa... Comunque nonostante tutto ne siamo rimaste davvero molto soddisfatte a parte la presentazione che non era delle migliori!

La seconda volta invece è stata ieri Domenica Delle Palme, dove comunque non sono riuscita a farla come Luca docet!!! Vabbè è il destino che mi è avverso!! :-)))
Perchè due volte lo stesso dolce direte voi? Perchè è buonissimo e piace proprio a tutti!!!


Pan di spagna al cioccolato montato a burro

230 gr di burro
200 gr di zucchero a velo
12 gr di lievito
50 gr di cacao amaro
185 gr di tuorli
200 gr di farina 00
220 gr di albumi
1 bacca di vaniglia [giuntaci fresca fresca dal Madagascar :-)) ]
buccia di limone grattuggiata

Montate a neve gli albumi con 100 gr zucchero, fino ad ottenenere un composto soffice e allo stesso tempo sodo. Poi montate il burro morbido con i restanti 100 gr di zucchero a velo e incorporate i tuorli leggermente sbattuti a filo. Aprite la vostra bacca di vaniglia e aggiungete i semini e la buccia grattuggiata di limone al composto di tuorli. Prendete la spatola e incorporate le farine setacciate con movimenti dal basso verso l'alto (per non smontare il tutto). A questo punto inserite gli albumi e quando tutto è ben amalgamato versate nella tortiera leggermente imburrata e infarinata. Infornate a 160° per circa 20-25 minuti, una volta cotto lasciate assestare il pan di spagna 10 minuti e poi sformatelo e fatelo raffreddare.

Crema pasticcera classica di Luca Montersino (questa dose è troppa per la ricetta che stiamo realizzando)
400 gr di latte intero fresco
100 gr di panna fresca
150 gr di tuorli
150 gr di zucchero semolato (noi a velo)
17,5 gr di amido di mais
17,5 gr di amido di riso (noi farina di riso)
½ bacca di vaniglia

Scaldate il latte con la panna, il baccello di vaniglia svuotato e i suoi semi, fino a sobbollire.
Nel frattempo montate nella ciotola i tuorli con lo zucchero e infine aggiungete l'amido. Versate la montata nel tegame del latte portato a bollore, non girate subito la crema che rimane in superficie ma solo quando si nota ai bordi del tegame il gorgoglio del bollore, appena si addensa spegnere. Trasferitela in una ciotola di vetro e fatela raffreddare.

Crema Chocolatine
125 gr di crema pasticcera
200 gr di cioccolato al 50%
700 gr di panna montata

Montate la panna e tenetela da parte, sciogliete il cioccolato a bagnomaria e se la crema è fredda lavoratela con un cucchiaio in modo da stemperarla un po'.
Aggiungete il cioccolato fuso alla crema e lavorate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo, poi unitevi una cucchiaiata di panna e incorporatela senza paura di smontarla, questo servirà a rendere il composto più simile alla panna che dovremo aggiungere tra poco.
Versate il tutto nella ciotola della panna e con movimenti dal basso in alto amalgamatelo completamente. In poco tempo avrete ottenuto la crema chocolatine!

Panna al Kirsch
1 kg di panna
1 bacca di vaniglia
250 gr di zucchero semolato
25 gr di Kirsch (noi abbiamo usato lo Cherry)

Montate la panna con lo zucchero e la vaniglia e una volta montata aggiungete il liquore, la dose che vedete per quanto ci riguarda era poca (non so se il Kirsch ha un aroma più intenso), quindi ne abbiamo aggiunto dell'altro fino a quando il sapore non ci è sembrato adatto! (Eh si! avete capito! mi sono dovuta sacrificare nell'assaggio!!)

Bagna al Kirsch
100 gr di zucchero liquido al 70%
100 gr di acqua 25 gr di Kirsch (sempre Cherry)
liquido delle amarene sciroppate

Lo zucchero liquido si acquista o si può facilmente preparare e conservare a casa, le proporzioni sono: 700 gr di zucchero e 300 gr di acqua, si fa sciogliere lo zucchero nell'acqua bollente e si mette in un barattolo! Noi abbiamo unito tutti gli ingredienti e li abbiamo riscaldati un po'. Naturalmente anche in questo caso la quantità di liquore dipende dai gusti!!

Per la finitura
100 gr di amarene sciroppate
cioccolato fondente o al latte per fare i riccioli di copertura (Montersino nel suo video ha un MEGAblocco di cioccolato, noi abbiamo usato delle semplici tavolette da 150 gr, partendo dal lato posteriore...non è stato proprio semplicissimo per questo son venuti bruttini....)
50 gr di zucchero bucaneve per lo spolvero finale (noi non lo abbiamo usato)





Montaggio

Luca monta il dolce in uno stampo quadrato senza fondo appoggiato su una teglia ricoperta di carta da forno, affetta il pan di spagna ottenendo fettine di 1 cm di spessore e le dispone sul fondo in maniera uniforme. Questo perchè il suo scopo è ottenere alla fine due tronchetti rettangolari tagliando il quadrato a metà. Inoltre dopo aver montato tutto il dolce lui lo congela, infatti i suoi bordi sono perfetti!!!

Noi abbiamo proceduto diversamente dovendo ottenere una unica torta e avendo l'assoluto divieto di congelare il dolce :-(((

Abbiamo tagliato il pan di spagna, il nostro è risultato molto alto quindi lo abbiamo tagliato in tre strati ma ne servono solo 2, quindi con il terzo potete creare dei bicchierini o congelarlo.

Disponete il primo strato di pds sul piatto da portata, bagnatelo con la bagna al Kirsch e disponetevi sopra la panna al Kirsch (tenendone da parte un po' per la decorazione), prendete le amarene e disponetele sulla panna in modo che ogni fetta di dolce ne contenga almeno un paio!

Prendete il secondo strato di pds, disponetelo sulla panna e bagnatelo. Copritelo con la crema chocolatine e livellate la superficie in maniera regolare. (Naturalmente seguendo il metodo di L.M. o se siete particolarmente brave i bordi del vostro dolce saranno perfettamente in linea).

Con il sac a poche marcate il bordo del dolce e riempite la superficie con i riccioli di cioccolato e le amarene sciroppate. Fate assestare in frigo e servite!



7 commenti:

BARBARA ha detto...

Anche se non è esattamente come Luca docet, io la trovo irresistibile...e ci credo che l'avete rifatta!

Alem ha detto...

Mio fratello ha vissuto in val venosta, ed è proprio lì che abbiamo scoperto la foresta nera (con il suo nome impronunciabile in tedesco!). Mio marito la adora, ma ancora non mi sono mai cimentata!

Lauretta and Mary ha detto...

@ Barbara: grazie mille!!!

@ Alem: Cimentati, cimentati è davvero deliziosa e anche se il procedimento sembra lungo è solo apparenza. Prepari il pan di spagna la sera e la mattina dopo le creme!!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

da svenimento!!!!!!!!!!!!!adoro questa torta è l'avete realizzata al meglio adesso pero vi aspetto nel mio blog per il contest sulle cheesecake!!!!bacioni imma

Micaela ha detto...

è stupenda... troppo brava! un bacione.

Federica ha detto...

la voglio tuttaaaaaaaaaaaaa!!! mmmmmmmmmmmmmmmm.........

Betty ha detto...

ecco, sono svenuta! :S
che spettacolo!!!