giovedì 1 luglio 2010

il Babà Napoletano, la mdp e la felicità






Oggi è uno di quei giorni. Uno di quelli in cui va tutto storto, dal parcheggio rubato, alle scarpe nuove finite per sbaglio in una pozzanghera, dal telefono che si scarica all’umore che precipita vertiginosamente fino a toccare livelli mai visti prima. Tu cosa fai? come combatti questo blue mood che ti avvolge e che ti vela il cuore di tristezza e malinconia? Come fai a far tornare il mondo a quello che dovrebbe essere, uno scintillio sfavillante di colori? Qual è la ricetta che ti aiuta? quali sono quei gesti, quegli ingredienti, quei movimenti rituali che riportano il sorriso nella tua vita? Raccontami la tua ricetta preferita per questi momenti e i tuoi rituali salva umore.

E' con questo contest che ho scoperto il blog di Giulia, in un periodo decisamente no...dove non c'è ricetta che tenga...non c'è strategia che tenga....neanche l'estate vuole arrivare...come posso io cambiare le cose???

Credo che la felicità sia effimera e relativa, fragile e fugace.....forse è per questo che tutti ci affanniamo a ricercarla per poi perderla e ritrovarla in una sorta di vortice infinito....
Non sono molto brava con le parole e sicuramente non sono dell'umore giusto per dare consigli di felicità però forse posso spiegare a me stessa, mentre scrivo a voi, che la felicità c'è.....c'è sempre.....basta solo saperla vedere...basta solo riconoscerla.....basta solo costruirla senza aspettare che qualcosa di eclatante ci cada sulla testa!!!

Comunque sicuramente in un giorno NO non sono in grado di risollevarmi molto...in genere lascio che mi investa totalmente con tutta la sua negatività...e aspetto che passi..come quei temporaloni estivi che spaventano tanto ma hanno vita breve! (Per fortuna!!) Se decido che la soluzione al problema si nasconde in cucina...tra le farine, le pentole e i tegami allora opto per ricette collaudate e rassicuranti, quelle fatte e strafatte, quelle che neanche un giorno infausto può rovinare.... Una di queste ricette è sicuramente quella del Babà...dolce tipico della mia regione...dolce che mi ricorda l'infanzia e i momenti felici...quando ai bambini era vietato perchè alcolico e noi lo trafugavamo di nascosto!!! Questa volta l'ho realizzato con la macchina del pane, seguendo le indicazioni di Imma, è venuto perfetto, una vera fonte di felicità :-P!!!

Babà napoletano (per 18 pezzi)  
3 uova grandi
2 cucchiai di latte tiepido
40 gr di zucchero  
un pizzico di sale
100 gr di burro
300 gr di farina manitoba
mezza bustina di lievito mastrofornaio
farina e burro per gli stampini

Per la bagna:
600 gr di acqua
250 gr di zucchero  
200 ml di rum




Inserire gli ingredienti nella mdp secondo l'ordine di elencazione, sbattendo leggermente le uova. Avviare il programma solo impasto. Al termine prelevare l'impasto dalla mdp e posizionarlo negli stampini (imburrati e infarinati) riempiendoli per i 2/3. Far lievitare per circa un'ora in un luogo tiepido aspettando che si formi la classica testolina del babà e infornare in forno caldo a 180° per 20 - 25 minuti. Sfornare e sformare dopo 2 minuti lasciando raffreddare bene. Io ho usato lo stampo in silicone di Silikomart e come sempre sono rimasta soddisfatta, in particolare ho usato 2 stampi da 8 come questo: (se cliccate sull'immagine andate direttamente nell'area acquisto :)))

                                                           
Nel frattempo preparare la bagna portando a bollore l'acqua con lo zucchero, quando lo zucchero si è sciolto unire il liquore e bagnare i babà freddi con lo sciroppo tiepido.

Spero vi sia piaciuta, baci :-)

Con questa ricetta partecipiamo al contest:



4 commenti:

Juls @ Juls' Kitchen ha detto...

complimenti e grazie per questa bella ricetta: il babà è davvero buono!

Mary ha detto...

Buono il babà!

€llY ha detto...

Lauretta io adoro il babbà da campana doc (sono di Ischia) ma pensa che non ho mai provato e farlo, mi rubo la tua ricettina. Grazie mille e a presto ;D

Aurore ha detto...

bellissimo,in onore dei miei primi 100 sostenitori ho creato la mia prima raccolta: La Cuisine en Rose …. http://biscottirosaetralala.blogspot.com